Restauro

Ogni apparecchio che giunge in laboratorio, sia per una riparazione, restauro completo o semplicemente per una manutenzione viene attentamente sottoposto a tutta una serie di operazioni:



Come prima cosa l'apparecchio viene estratto dal mobile, smontato completamente e pulito in tutte le sue parti, con getto di aria compressa e/o opportuni detergenti chimici, al fine di eliminare ogni residuo di sporco o polvere. Durante questa fase vengono effettuate anche eventuali operazioni di riparazione meccanica.


Particolare attenzione viene posta alla pulizia della scala parlante, componente prezioso e delicatissimo. Durante queste operazioni tutte le minuterie meccaniche quali fregi, manopole vengono accuratamente smontati e puliti, sia a secco che tramite opportuni agenti chimici.



Se necessario, oppure se richiesto espressamente, tutto il mobile viene quindi smontato, eventualmente sverniciato e quindi trattato con lucidatura a gommalacca, rispettando in ogni caso e per quanto possibile, la natura delle vernici originali.



Entrambi queste immagini visualizzano due apparecchi durante le loro fasi di restauro, nel primo caso (alto) solo di pulizia superficiale del mobile, nel secondo (sotto) anche di sverniciatura e quindi lucidatura a gommalacca.



A richiesta viene eventualmente ricostruito il pannello posteriore dell'apparecchio, in cartone pressato, con gli opportuni fori di aereazione necessari per il raffreddamento dell'apparecchio.



Tutte le cordicelle, rimandi e meccanismi vari che compongono il complicato meccanismo di movimento dell'ago di sintonia vengono controllati ed eventualmente sostituiti, se logori, quindi lubrificati con prodotti appositi.



Se richiesto, la tela dell'altoparlante viene quindi smontata e sostituita, con stoffe originali degli anni 40. Si tratta di tela che viene acquistata periodicamente presso le fiere specializzate del settore.



Gli zoccoli, i piedini di tutte le valvole ed il commutatore di cambio di gamma (ricettacolo di falsi contati) vengono quindi puliti e sgrassati a fondo cercando di ottenere un contatto perfetto.



Al termine di tutte le operazioni descritte quindi l'apparecchio, che nel frattempo per motivi di sicurezza non e' ancora mai stato acceso viene trasferito nel laboratorio attrezzato per le operazioni di verifica e taratura elettronica.



Solamente a questo punto l'apparecchio viene alimentato, partendo da tensioni basse per arrivare, nell'arco di alcuni minuti alla sua normale tensione di funzionamento, questo per dare modo ai componenti di andare a regime senza subire bruschi sbalzi di tensione. Seguono quindi tutte le verifiche, eventuali riparazioni elettroniche nonche' tramite apposita strumentazione la taratura degli stadi di alta e media frequenza, per tutte le gamme d'onda del ricevitore.

Successivamente, al termine degli interventi tecnici, il ricevitore viene rimontato e tenuto acceso per un ora al fine di verificarne il corretto funzionamento e la bonta' delle riparazioni effettuate.


Al termine, solo se il collaudo finale ha avuto esito positivo, a questo punto il ricevitore viene lucidato a cera, a caldo, imballato con cura e spedito al cliente. Ogni intervento viene garantito per un periodo di tre mesi dalla sua data.

 
-----------------------------------------------------------------------   
Home
 |  Laboratorio  |  Restauro   |  Contatti
© 2016 Radiorestauro.it